Documenti da portarsi dall'Italia: quali sono e perché servono

La chiave del successo è quello di concentrare la nostra mente cosciente sulle cose che desideriamo, non sulle cose che temiamo."


Ecco una lista non esaustiva di documenti italiani che devi assolutamente portarti se decidi di venire a vivere in Germania:


  • Carta di Identitá: in corso di validitá (non scaduta);

  • Passaporto: in corso di validitá (meglio averlo, nel caso si perda la CI);

  • Patente: in corso di validitá;

  • Documenti dell'auto: se stai per trasferirti in Germania, porta TUTTI i documenti relativi alla tua auto, incluso il foglio verde dell'assicurazione per essere coperti anche all'estero. Richiedila alla tua assicurazione. 
Ricorda che se sei residente in Germania, dopo 6 mesi dovrai far NAZIONALIZZARE LA TUA AUTO (cioé avere la targa tedesca);

  • Libretto sanitario italiano / Tessera TEAM:  Nel caso tu abbia bisogno di cure mediche e non hai ancora un'assicurazione sanitaria tedesca, puoi utilizzare la TEAM.

 
  • Casellario giudiziale - Führungszeugnis / Straffreiheitsbescheinigung / Zuverlessigkeitüberprüfung: 
Tra  i documenti che possono venir richiesti  da un datore di lavoro c’è quello che in tedesco prende il nome di Führungszeugnis. Si tratta del certificato del casellario giudiziale, ossia un attestato che permette al datore di lavoro di venire a conoscenza di eventuali sentenze passate in materia penale, civile e amministrativa.

Il Führungszeugnis puó servire per lavorare come educatrice, in pubbliche amministrazioni, in aeroporti, nelle agenzie di sicurezza privata o per ogni tipo di lavoro che richieda la certezza che la persona che si sta assumendo non abbia precedenti di alcun tipo.

Esistono tre tipi di Führungszeugnis:
  • Base;
  • Esteso (in genere richiesto per chi lavora con minorenni);
  • Europeo (Europäisches Führungszeugnis) (per i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea e che include precedenti anche nella madrepatria).
Sarà il datore di lavoro a dirvi di quale certificato necessita.

Se sei in Italia, puoi richiederlo personalmente presso un qualunque ufficio locale del casellario giudiziale esistente presso la Procura della Repubblica di ogni città sede di Tribunale. Clicca QUI per maggiori info. Controlla se sia possibile avere il certificato in diverse lingue (inglese e/o tedesco), altrimenti te lo dovrai far tradurre da un traduttore ufficiale (trovi la lista sul sito del tuo Consolato di riferimento).

Sei arrivato da pochi giorni in Germania e ti serve urgentemente il casellario giudiziale, ma il comune tedesco dove tu risiedi ti dice che i database dei loro registri non sono ancora tutti aggiornati e che quindi devi aspettare? Allora potresti provare a chiedere il casellario giudiziale in lingua tedesca alla Procura di BolzanoPoiché la richiesta del casellario puó essere fatta presso qualunque Procura in Italia, indipendentemente dal luogo di nascita o ultima residenza, questo permette almeno per noi in Germania e Austria di avere un piccolo vantaggio: è infatti possibile richiedere il certificato direttamente in lingua tedesca presso l’ufficio del casellario di Bolzano, evitando quindi la necessità (e i costi) aggiuntivi di traduzione.
La domanda deve essere presentata in carta semplice indicando le proprie generalità e l’indirizzo presso il quale spedire il certificato richiesto. Il costo è di € 19,84, inoltre dovranno essere pagate le spese di affrancatura per la spedizione del certificato.
Per le modalità di pagamento il Ministero consiglia di contattare direttamente l’ufficio a cui si richiederà il certificato per sapere secondo quale modalità effettuare il versamento, che può essere diverso in base alla sede e al Paese.
Inoltre vanno allegati:
  • copia di un documento di identità valido
  • prova del pagamento dell’importo
  • una busta già compilata con l’indirizzo dell’interessato a cui verrà spedito il certificato.

Se invece ti trovi in Germania da tempo sufficiente, sappi che al momento i Consolati (ma é bene che controlli presso di quello di riferimento della tua circoscrizione) non rilasciano il casellario giudiziale. Peró é bene sapere che i cittadini italiani che si risiedono in altro Stato membro dell’UE devono rivolgere la richiesta del certificato del casellario giudiziale, attraverso il competente servizio locale di quello Stato. Il certificato, rilasciato attraverso l’interconnessione con la banca dati del casellario giudiziale italiano (c.d. Sistema ECRIS), reca le condanne emesse a suo carico dall’autorità giudiziaria italiana, nonché quelle emesse dagli altri Stati membri. Per cui, in Germania, la richiesta (Antrag auf Ausstellung eines Führungszeugnisses) va effettuata al Bürgeramt (comune tedesco) di appartenenza (per Francoforte sul Meno vedi QUI). Basta effettuare la prenotazione online sul sito del comune (se richiesta), poi presentarsi alla reception mostrando il certificato di residenza (Anmeldung einer Wohnung) un documento di identità e la richiesta scritta del datore di lavoro.

Il costo si aggira tra 13 e 17 Euro, da pagare direttamente al momento della richiesta.

Il certificato viene rilasciato dal Bundesamt für Justiz di Bonn e viene spedito a casa in massimo due settimane

Esiste anche la possibilità di richiedere il certificato online ma solo per chi possiede una carta di identità tedesca elettronica.
Comments