Documenti‎ > ‎

Assicurazione sanitaria

Assicurazione sanitaria tedesca-Krankenkasse: come funziona e come ottenerla

La differenza tra un uomo intelligente e un uomo saggio: un uomo intelligente sa cosa dire, un uomo saggio sa se o non dirlo.”

Chiunque risieda in Germania deve essere coperto da un' assicurazione sanitaria fornitagli da un fornitore autorizzato. I cittadini europei sono giá titolari della tessera di assicurazione medico-sanitaria europea (TEAM), che da diritto a cure mediche alle stesse condizioni dei cittadini tedeschi (vedi QUI per maggiori info). QUI puoi trovare quali servizi vengono coperti con la TEAM.

CLICCA I LINK-SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI

Se pensi di allontanarti dal tuo comune di residenza italiano per oltre 30 giorni, sei obbligato ad informare la tua ASL di riferimento che provvederá ala cancellazione temporanea del medico di base (che ti verrá ridato nel momento in cui ritorni ed informi la ASL del tuo ritorno).
Se si risiede in Germania stabilmente con un lavoro a tempo indeterminato o che comunque permetta di ottenere un'assicurazione sanitaria locale, bisogna contattare un fornitore locale di assicurazione sanitaria (cioé devi contattare una Krankenkasse).
Nel caso in cui il reddito percepito é inferiore ai 450€/mensili (minijob) non si ha l'obbligo di sittoscrivere un'assicurazione sanitaria. In questo caso la TEAM copre le spese mediche generali ed urgenti (leggi QUI e qui QUI), a meno che non abbiate giá un'assicurazione sanitaria tedesca o vi siete iscritti all'AIRE. In quest'ultimo caso sarete solo coperti per le cure urgenti (ospedali).
I contributi per l' assicurazione sanitaria sono spesso divisi equamente tra lavoratori e datori di lavoro. I tedeschi sono inoltre tenuti ad avere un' assicurazione di assistenza infermieristica a lungo termine, la quale viene addebitata al 2.2% del reddito lordo. Agli studenti viene offerto un piano di assicurazione sanitaria con tariffe vantaggiose. L'assicurazione sanitaria fa parte dell'Assistenza Sociale in Germania. 

CLICCA I LINK-SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI

Prima di procedere alla richiesta dell'assicurazione sanitaria tedesca, leggi il nostro articolo sull'AIRE. Inoltre, prima di iscriverti all'AIRE o comunque prima di prendere decisioni per la residenza in Germania, leggi QUI per capire cosa implica la residenza (temporanea o permanente) in Germania ai fini dell'assistenza sanitaria.
Inoltre, QUI é spiegato cosa é la TEAM e come si puó utilizzare.

Per maggiori dettagli sull'assicurazione tedesca clicca QUI o QUI, e visita anche i seguenti link:
Gli italiani all’estero iscritti all’Aire che si recano in Italia non dovranno più chiedere al Consolato di competenza l’attestazione della loro residenza all’estero finalizzata all’erogazione sul territorio nazionale di prestazioni ospedaliere urgenti a titolo gratuito. Lo ha confermato il Ministero della Salute in una nota (n. 2561 del 13 aprile 2016) diramata a seguito delle diverse richieste di chiarimento giunte dalla rete consolare. D’ora in poi, la condizione di emigrato NON deve più essere attestata dall’Autorità Consolare, ma basta l’autocertificazione. In essa, il cittadino che si reca in Italia per vacanza, e vuole usufruire di prestazioni ospedaliere urgenti a titolo gratuito, autocertifica di essere nato in Italia, di possedere la cittadinanza italiana, nonché di risedere all’estero, indicando il Comune di iscrizione AIRE, oppure di essere nato all’estero, di possedere la cittadinanza italiana, di aver risieduto in Italia, indicando il Comune di iscrizione all’Anagrafe della popolazione residente (ANPR), di risiedere attualmente all’estero ed essere quindi iscritto all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE). Per maggiori informazioni, leggi QUI.

Importante 2:
Fonte non verificata: QUI
ISCRITTI AIRE E COPERTURA SANITARIA PER TEMPORANEO RIENTRO IN PATRIA

Cari amici come molti di voi già sapranno, quando si è iscritti all AIRE, automaticamente si viene cancellati dalle liste del SSN e si perde il medico di base e in caso di rientro in italia si ha diritto solo a cure urgenti. Per chi non lo sapesse però, quando si rientra in patria temporaneamente, c'e' la possibilita di riattivare tale copertura e farsi assegnare un medico di base per un massimo di 3 mesi l'anno. La procedura è molto semplice e veloce quindi vi spiego nel mio caso cosa fare in quanto molte sono le persone che si trovano disorientate (lo ero anche io prima di capire il procedimento) quando rientrano in patria e magari hanno bisogno di ricette o semplici consultazioni con il proprio medico. 
Prima di tutto dobbiamo scegliere quale sarà il nostro domicilio durante la permaneza in italia. Una volta scelto il domicilio ci dobbiamo recare presso l'asl di appartenenza con una autocertificazione nella quale dobbiamo indicare i nostri dati anagrafici inluso paese indirizzo 
estero di residenza e specificare di essere iscritti all'Aire. 
Inoltre dovremo dichiarare di voler temporaneamente richiedere la copertura sanitaria in quanto momentaneamente domicialiati in italia, indicando il domiclio, il tempo di permanenza e i dati di tutti i compenenti del nucleo familiare in caso foste sposati o conviventi con figli, anch'essi iscritti all'AIRE. 
Insieme a questo documemento dovrete compilarne un altro prestampato che vi darà direttamente l'asl e presentare tutto all'anagrafe sanitaria dove in pochi minuti (almeno nel mio caso) vi forniranno un certificato, come vedete in foto, per ogni componente del nucle familiare, dove sarà indicata la data di copertura (massimo tre mesi annui) e il medico assegnato che tra l'altro potrete scegliere in una lista di professionisti accreditati che sempre l'asl vi fornirà al momento della richiesta. Inoltre per i bambini in età pediatrica, potrete scegliere appunto uno specialista pediatra sempre nelle liste dell'asl.
Comments