Documenti‎ > ‎

Immatricolare / Nazionalizzare auto in Germania

Cambio Targa: Breve guida per chi ha intenzione di trasferirsi in Germania, portarsi e nazionalizzare la propria automobile.

L'uomo non si limita ad esistere, ma decide sempre quello che la sua esistenza sarà, quello che diventerà nel momento successivo.


Documento in aggiornamento: verranno integrati in un'unica procedura i seguenti approcci


Approccio1

Premessa:

  1. Prima di procedere alla nazionalizzazione della vostra auto (cioé avere la targa tedesca) informatevi da fonti ufficiali se la vostra auto rispetta le norme anti-inquinamento previste nella zona in cui state per emigrare. Es. Nella zona di Francoforte cittá, a partire da Gennaio 2012, sono ammesse alla circolazione auto da Euro 4 in poi.
  2. Avete 6 mesi di tempo per nazionalizzare la vostra auto, a partire dal cambio di residenza e l’iscrizione al AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero). Se vi becca la polizia vi multa perche’ non state pagando le tasse in Germania.
  3. Tutte le assicurazioni Italiane vi coprono con la carta verde all’estero, ma poche vi dicono che se non siete piu’ residenti in Italia, la copertura decade o potrebbe decadere e questo varia da assicurazione ad assicurazione (io, a prescindere, non mi fiderei);
  4. Leggi le info sul sito del consolato italiano relative alla Procedura Radiazione dal PRA
  5. La seguente "guida" si basa sulla mia esperienza personale e non offre nessuna garanzia. Quindi la prima cosa che consiglio è di contattare gli uffici della motorizzazione (Kfz.-Zulassungsbehörde) della città in cui andrete a vivere e chiedere quali documenti occorrano.

CLICCA I LINK-SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI

Dando per scontato che dobbiate immatricolare una macchina con targa italiana alimentata a benzina o diesel (per le auto con GPL -in Germania LPG- le norme si complicano e la procedura non e’ riportata in questa guida), i documenti di cui avrete bisogno sono i seguenti:

  1. Passaporto o Carta d´identità in corso di validitá;
  2. Documenti dell'auto e Certificato di proprietà. Fare 3-4 copie del libretto italiano e del certificato di proprietà perché poi serviranno per radiare l‘auto dal PRA. NON consegnare le targhe in quanto anche quelle serviranno per la radiazione;
  3. Certificati TÜV e COC oppure dal Dekra o GTÜ un volldatenbestatigung (ATTENZIONE: il COC Papiere non serve quando il modello dell‘auto é già registrato al Zulassungsstelle. Es.: sono andato prima di tutto al Zulassungsstelle tramite libretto italiano.Hanno fatto la ricerca del modello e poi mi hanno detto visto che é registrato un modello uguale per cui basta il volldatenbestätigung. Qualora non fosse presente bisogna richiedere una copia del COC. Va fatto direttamente in concessionaria della marca d‘auto in questione è costa circa 200€);
  4. Attestato di rischio internazionale della vostra attuale assicurazione italiana;
  5. Il numero elettronico dell'assicurazione che stipulerete in Germania (Elektronische Versicherungsbestätigung-EVB);
  6. Conto corrente in una banca tedesca (Kontonummer, BLZ, etc...);
  7. La prenotazione di una sigla per la targa a QUESTO SITO (opzionale solo se volete personalizzarla);
  8. Certificato di residenza in Germania (certificati di registrazione al comune e di libera circolazione).
 Documenti auto italiana: ovvero il foglio di immatricolazione, quello in cui trovate informazioni tipo la misura delle gomme, il tipo di motore, i cavalli ecc. e il Certificato di Proprietá (il vecchio foglio complementare).
 
 Certificati TÜV e COC: questi sono due certificati di conformità. Più precisamente, il TÜV è la revisione mentre il COC è un foglio su cui vengono riportate le informazione presenti nel libretto dell'auto e rappresenta il Certificato di Conformita’ del veicolo). Per avere questi dovete andare in uno dei vari TÜV nella vostra zona e far fare la revisione alla vostra auto. Essendo la prima volta, le officine autorizzate non possono fare questa revisione.

CLICCA I LINK-SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI



 Numero assicurativo elettronico: ovvero un numero di 7 cifre che la vostra assicurazione vi darà quando stipulerete una nuova assicurazione. Stampate il numero e portatelo con voi. All'atto di stipulare la nuova assicurazione vi verrà richiesto, oltre ai documenti della macchina, il documento che riporta la vostra classe di merito (attestato di rischio internazionale). Questo e’ un esempio valido:

 Numero di targa (facoltativo): in Germania, pagando una piccola somma (circa 30 euro), potete personalizzare alcuni caratteri della combinazione lettere-numeri da mettere sulla vostra targa. Per questo c'è un servizio online per controllare se la combinazione da voi scelta è ancora disponibile. Nel caso fosse disponibile, il sistema vi prenoterà la combinazione; stampatela e portatela con voi.
 

CLICCA I LINK-SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI


  • Far controllare l'auto
Per prima cosa però devi fare il TÜV ed eventuali riparazioni se necessitano in quanto se ci sono cose da riparare non ti daranno le targhe nuove non potrai circolare.
  • Andiamo alla motorizzazione:

Bene, una volta che avete tutti i documenti, rimuovete le targhe italiane e andate alla motorizzazione (Kfz.-Zulassungsbehörde) della vostra città. Se tutti i documenti sono corretti, prenderanno (e distruggeranno) le targhe italiane e archivieranno i documenti italiani dell'auto. Poi vi daranno i nuovi documenti (dopo aver pagato la tassa) e un foglio con cui potete andare ad acquistare le targhe nuove (30-40 euro incluso il frame perche’ le dimensioni non sono uguali). Vi chiederanno anche le coordinate del conto corrente su cui annualmente addebiteranno la tassa di circolazione (a Francoforte 94 Euro anno). Con le targhe nuove tornate in motorizzazione dove vi applicheranno gli adesivi del TÜV e del comune. Inoltre vi daranno eventualmente un bollino da applicare al parabrezza per le norme anti-inquinamento (varia a seconda della citta’ e del Lander). Rimontate le targhe nuove e da ora in poi potete circolare in Germania!

  • Assicurazione tedesca: Ora dovete mandare una copia dei documenti nuovi all’assicurazione tedesca, la quale validera’ il contratto. Il contratto comunque vi copre dal momento in cui (ora, minuto e secondo) montate le targhe tedesche.
  • Assicurazione Italiana: Dovete mandare una copia degli stessi documenti e di quelli italiani + il contratto con il contrassegno, alla vostra assicurazione italiana per ottenere il rimborso parziale del premio (escluse le tasse).
  • Cancellazione dal PRA: Insieme alle targhe e ai nuovi documenti vi rilasceranno una lettera ufficiale in tedesco dove dichiarano che le targhe e i documenti sono stati trattenuti e che la macchina e’ stata nazionalizzata in Germania con la nuova targa. Questo documento va fatto tradurre in Italiano da un traduttore giurato riconosciuto dal PRA italiano e va consegnato al PRA per eseguire la cancellazione del vostro veicolo dal registro italiano. Se non eseguite questa operazione, il PRA continuera’ chiedervi di pagare il bollo in Italia e ne ha tutti i diritti. Questo va fatto prima della scadenza del bollo in Italia.
  • Per l’export di una macchina, secondo le leggi italiane e comunitarie, dovreste fare prima la cancellazione al PRA, il quale vi rilascia i documenti annullati, e poi tutta la procedura appena descritta, presentando di volta in volta codesti documenti. Nel caso in cui voi guidate la macchina personalmente in Germania, questo poi non e’ possibile, in quanto l’assicurazione non vi darebbe copertura e andreste in giro senza documenti validi per la circolazione.  In alternativa, per evitare di pagare la traduzione del documento, dovreste poi recarvi in Italia, fare la denuncia di smarrimento (o furto) dei documenti e delle targhe dell’auto ai CC , e con la denuncia andare al PRA e procedere alla cancellazione.
Scegliete voi quale procedura seguire.

NOTA: Ricordatevi di non lasciare mai in macchia il nuovo certificato di proprieta’. Se vi rubano la macchina con il certificato, ditele addio per sempre perche’ qui posso andare a reimmatricolarla senza problemi. In macchina dovete portare solo la carta di circolazione. Nel caso in cui la Polizia vi ferma, essa controlla automaticamente sia l’assicurazione che la tassa di circolazione.


Approccio2

- La revisione al Tüv non serve per macchine nuove (fino a tre anni). Bisogna comunque passare al TÜV per i gas di scarico, ma si pagano 90 euro in meno non facendo la revisione. E' stato il mio caso.


- Il TÜV può produrre un COC dietro pagamento di 56€. 


- Invece del TÜV si può anche andare da DEKRA che offre lo stesso servizio. Devo dire che al TÜV che sta a Am Römerhof sono stati di una gentilezza squisita. E fuori dalle ore di punta non c'è nessuno. 


- All'Ordnungamt parlano tutti inglese. Una meraviglia.


- La procedura all'Ordnungamt è stata la seguente: 


1) Hall principale, banco informazioni. Si spiega perché si è lì e viene assegnato un numero.

2) Dopo pochi minuti si viene chiamati in un ufficio dove vengono controllati i documenti. Serve tutto quello che avete indicato, tranne le targhe vecchie e i certificato dell'assicurazione. Mi è stato detto chiaro e tondo che non servono.

3) L'impiegato sorridente e efficiente si tiene tutto l'incartamento e si ritorna nella hall. Si aspetta con lo stesso numero. Si viene chiamati dopo poco a uno sportello dove viene effettuata la pratica e si riempie il formulario della banca. Nel mio caso il certificato di residenza era troppo vecchio (+ di tre mesi) e quindi hanno verificato on-line se abitavo ancora a Ffm. Prezzo della verifica online: 9€.  

4) L'impiegato dà una tessera di plastica e ci dice di andare a pagare con quella. Si va a una macchinetta, si inserisce la tessera, si paga l'importo (cash o EC) e in cambio la macchinetta produce uno scontrino col numero di targa e la conferma. Tutto l'incartamento resta dall'impiegato e sarà dato alla fine dopo verifica dei numeri di telaio dell'autovettura.

5) Si esce dall'edificio, si va  con lo scontrino e auto a far fare la targa vera e propria a uno dei negozietti che stanno li intorno. Nel mio caso ho dovuto installarle da me, il negozietto non forniva questo servizio. Meglio chiedere prima.

6) Si torna all'Ordnungamt in macchina con le targhe installate e si va (con la macchina) in uno dei garage appositi. Lì, in un minuto viene verificato che l'automobile esiste, che ha i num. di telaio corretti etc. Vengono convalidate le targhe con appositi timbri. Vengono forniti libretto, certificato di proprietà (detto anche parte 2 del libretto) e tutto il resto.

7) Fine - Tempo totale, TÜV incluso, 90 minuti.


- Il sito ufficiale per prenotare una targa personalizzata (gratis) è questo (quello da voi suggerito è privato e a pagamento): http://frankfurt.de/sixcms/detail.php?id=2947&_ffmpar[_id_inhalt]=4885651 bisogna cliccare a dx in basso. Scegliere la targa, stampare la prova della prenotazione della targa desiderata e presentarla al momento dell'immatricolazione. 


- Al momento dell'immatricolazione si può acquistare l'autoadesivo verde (grüne plakette) che permette di circolare dentro la zona urbana.


- Non serve portare le targhe italiane. Io mi sono presentato con le stesse in mano e mi è stato detto che non servivano. Idem per il certificato assicurativo italiano


- L'unico problema è la rimozione delle targhe vecchie e  l'installazione delle targhe nuove. Meglio mettersi d'accordo con uno dei negozi appositi.


Prezzi: 


TÜV: 98€ (incluso il COC fatto lì per 56€)

Immatricolazione: 57€ (inclusa opzionale dichiarazione per il PRA (10€), Plakette (5), Verifica online residenza (9))

Targhe:45€ (di cui 12 per il supporto/cornice in plastica)


IMMATRICOLARE VEICOLO SPROVVISTO DI COC IN GERMANIA

Uno dei nostri membri del Gruppo ha cosi descritto l'immatricolazione della sua Moto Guzzi T3 del 1981 sprovvista di COC.

"Ad Aprile 2018 decido di portare la moto qui in Germania. Per l'immatricolazione senza il COC serve che un ente designato (il TÜV per la Germania Sud e DEKRA per la Germania nord) certifichi le caratteristiche tecniche per ottenere una "Vollabnahme". Mi e´stato richiesto di fornire un certificato di omologazione che il TÜV stesso, dietro invio per mail dei documenti italiani originali scannerizzati, mi ha spedito a casa il giorno seguente (in contrassegno al costo di 130 €). Anche la Moto Guzzi avrebbe potuto fornirmi ad un prezzo equivalente un simile documento ma con tempistiche probabilmetne più lunghe. Dopo aver prenotato un appuntamento ho portato la moto alla sede del TÜV indicata e dopo un accurato esame (gomme, freni, punzonatura, difetti (NESSUNO), accessori etc.) mi ha rilasciato, per 195,00€, i documenti (Gutacthen zur Erteilung die Betriebserlaubnisse nach 21StVZO) da presentare in motorizzazione (fungono anche da Hauptuntersuchung), unitamente alla richiesta di approvazione della Betriebserlaubnisse rilasciata da un altro ente competente, nel mio caso Marburb-Biedenkopf, al costo di 39,80€. Dopo due giorni ho ricevuto a casa il Betriebserlaubnisse. Con i documenti originali, quelli ricevuti da TÜV e da Marburb-Biedenkopf, ho portato la moto in motorizzazione per l´immatricolazione (il veicolo lo vogliono vedere per verificare che il numero di telaio corrisponda) e in meno di 20 minuti avevo targa e documenti tedeschi".

Comments